lunedì 24 luglio 2017

Il Miniaturista - Jessie Burton

Questa è la storia di Nella, una ragazza non ancora donna che si trova catapultata nella Amsterdam dei mercanti, e del marito misterioso ma dolce Johannes Brandt. Petronella – vero nome della protagonista – resta affascinata dalla grande casa di cui sta per diventare la padrona, una volta scappata dalla triste e povera vita del paesino in cui è nata, dalla madre e dai fratelli più piccoli. Ma ciò che incontra una volta varcato il portone di ingresso non è quello che ha sempre sognato.

Il neo marito non si affaccia allo spioncino di casa ma è la sorella, Marin, austera e dignitosa, ricoperta da innumerevoli strati di lana e pelliccia per celare sé stessa al mondo, o forse qualcosa di più, a dare l’accoglienza alla ragazza. E Nella deve fare presto i conti con l’idea di essere solamente un ospite, lì in mezzo, e nemmeno poi troppo gradita. Il mercante Johannes gira per tutto il mondo a causa del suo lavoro e anche quando rientra, non si comporta come il marito che Nella ha sempre desiderato. E proprio di desideri si parla, qui.

Perché sì, la madre di Nella le ha spiegato come “funzionano le cose”, come deve comportarsi una moglie devota e servizievole, anche sotto le coperte. Ma Johannes non è un uomo che desidera ciò. In effetti, è un uomo che non desidera la moglie, pur mantenendo nei suoi riguardi un comportamento perfetto e sincero. Johannes non desidera Nella, ma non desidera nemmeno… una donna, in realtà.

Lei rimane dapprima molto disorientata, e lo sgomento arriva al culmine quando il marito le regala come dono di nozze una piccola casa in miniatura, che ricrea le sembianze della propria magione. Costretta a rivivere l’idea di sentirsi ancora una bambina di fronte ad un uomo così grande per lei, Nella inizia a “giocare” a fare l’arredatrice della sua nuova casa a stipetto. E si affida alle grandi opere del Miniaturista, una figura sfocata e decisamente imprevedibile, che con le proprie sapienti mani artigiane, crea per Nella piccoli pezzi sublimi e soprattutto… premonitori di ciò che la vita ha in serbo per lei.

Ma “Il Miniaturista” di Jess Burton non è solo il romanzo di una casa spettrale alla Daphne du Maurier, ma è anche una splendida storia macabra di inganno e omicidio, e ancora! È la storia delle scelte. Delle opzioni che la vita offre a tutti i personaggi magistralmente delineati, i quali non hanno via di scampo. È la storia della evoluzione, della crescita e della capacità di abbandonare anche ciò che non rende felice la nostra anima. È una storia dolce e misteriosa, e deve essere letta, assolutamente.

2 commenti:

  1. Dopo averti sentito parlare di questo libro sul canale e aver letto questo articolo, ti dico con piacere che è tra le mie mani finalmente in lettura!

    RispondiElimina
  2. Volevo dirvi inoltre che vi ho nominate sul mio blog per i LIEBSTER AWARD, ecco il link:) http://traunapaginaeuncaffe.altervista.org/liebster-awards-2017/

    RispondiElimina